Una camicia da 180.000 Euro

E’ sicuramente una camicia particolare quella che si è fatto confezionare su misura Datta Phugge, uomo d’affari indiano che possiamo osservare nella foto tratta da una televisione indiana.image001

Il capo d’abbigliamento in questione, infatti, è composto da 14.000 pezzi d’oro a 22 carati e peso circa kg. 3, 300.

Il confezionamento è stato eseguito da un amico gioielliere del Phugge, il quale è ricorso all’ausilio di 15 operai, che hanno lavorato all’impresa per 16 giorni.

I bottoni della camicia ovviamente non sono in madreperla bensì cristalli Swarovski.

Il Phugge ha dichiarato che l’oro costituisce la sua passione da quando era un bimbo ed ha sempre sognato di farsi confezionare un giorno un capo come questo.

Alla domanda circa un eventuale imbarazzo per la sua decisione, in questo momento di congiuntura economica, e soprattutto in un paese tra i più poveri del Mondo, Datta ha risposto che non ci trova nulla di male: “Altri ricchi – ha aggiunto – buttano via 10 milioni di rupie per comprare un’Audi o una Mercedes. Quale crimine ho commesso?”.

L’uomo d’affari ha inoltre affermato di non sentirsi un’Adone e che indossando questa camicia spera di attirare l’attenzione di qualche giovane fanciulla.

In ogni caso pare che questo insolito capo d’abbigliamento abbia fruttato a Datta Phugge l’ingresso nel mondiale Guinness dei Primati, se non altro per la camicia più pesante del mondo, e non sarà sicuramente riposta in guardaroba ma all’interno di una solida cassaforte.

L’iniziativa ha comunque immediatamente innescato una serie di inevitabili reazioni.

Come possiamo notare anche dalla fotografia sotto il titolo, la camicia ha maniche corte, e quindi almeno come forma si adatta perfettamente al clima del sub-continente indiano.

Se sia anche agevole oppure faticoso portarla, noi non lo sappiamo, ma siamo convinti che forse del semplice lino sia più piacevole al tatto, … o no?

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.