Tissot T-Touch II, raggiunta la perfezione

Eccezionale l’impatto sul mercato della nuova generazione di Tissot T-Touch.

E’ onesto da parte mia confessare che la prima serie non mi aveva assolutamente convinto, e avevo quindi rinunciato a trattare quei prodotti, che comunque, a parte qualche caso, non hanno ottenuto cattivi risultati.

Con le collezioni T-Touch II e Expert, invece, la maison di Le Locle ha raggiunto perfezione e affidabilità massime, e propone quindi dei segnatempo che in realtà sono dei veri e propri strumenti di controllo elettronici.

E’ stata superata inoltre l’iniziale difficoltà nel fornire una diffusa e competente assistenza tecnica, attraverso la creazione di Centri di 1.a Assistenza per la Collezione Touch, diffusi in modo molto capillare in tutta Italia (e che personalmente mi sono affrettato ad acquisire).

Devo anche aggiungere che è veramente divertente “passeggiare” attraverso il catalogo dei nuovi T-Touch per scoprirne differenze di funzioni e di materiali utilizzati, alla ricerca di qualcosa che faccia al caso nostro, e per sorprenderci con i nuovi convincenti prezzi.

Andiamo però con ordine e iniziamo a descrivere le funzioni di Tissot T-Touch II e le novità.

Siamo in presenza di un nuovo calibro, completamente rivoluzionato nella tecnologia, e altamente performante, nato in Svizzera presso i laboratori ETA del di proprietà di Swatch-Group, il maggiore colosso dell’Orologeria mondiale: il modulo E48.311.

Abbiamo assunto a parametro per questo articolo il Tissot T-Touch II T04.420.17.051.00.

Quello che maggiormente stupisce di questo modello è la grande facilità di utilizzo, e l’enorme intuitività nel gestire e scoprire le funzioni.

La sensibilità del touch-screen è perfettamente calibrata: molto piacevole la sensazione al momento della risposta sicura e corretta quando si richiama la funzione richiesta.

Il calendario è perpetuo e quindi non richiede di aggiustamenti esterni, essendo in grado di calcolare autonomamente quando il mese ha 29, 29 30 o 31 giorni.

Le sveglie programmabili sono due, e possono essere selezionate con estrema facilità.

Il cronografo è accurato a 1/100 di secondo, mentre i fusi orari richiamabili sono due.

Veniamo ora alle caratteristiche salienti, ovvero a quelle funzioni iper-tecnologiche che fanno la differenza tra un normale orologio e il T-Touch.

La bussola dichiara la posizione in modo veloce e deciso, con una precisione che raramente si trova su strumenti di questo prezzo, il quale per inciso si rivela molto aggressivo.

La funzione “Meteo”, con il sensore tattile posto in corrispondenza di ore “12”, ci consente di leggere immediatamente la pressione atmosferica, permettendoci, attraverso la sua duttilità, di formulare le previsione per le ore successive.

Lo stesso affidabile sensore si occupa di calcolare l’altitudine alla quale ci troviamo: basta appoggiare il dito sul vetro del nostro Tissot, in corrispondenza di ore “2” per poter leggere il dato all’istante, un successivo touch ci consentirà di leggere la differenza di altitudine intercorsa tra due momenti pre-selezionati.

A questo proposito è giusto sottolineare la snella procedura di programmazione del binomio pressurimetro-altimetro: è sufficiente infatti regolare l’altimetro ad una altitudine nota, oppure tarare il barometro su un indice di pressione conosciuto, perchè automaticamente si allineino i dati dell’altro strumento, fornendoci fino a perentori cambiamenti climatici, tutte le indicazioni che ci servono, e senza dover metter mano alla programmazione.

Quello apèpena esposto è molto più che un particolare trascurabile: finalmente potremo veramente utilizzare barometro e altimetro con la frequenza che più ci aggrada senza essere obbligati a continue manovre di taratura.

Anche nel caso di ri-programmazione, comunque, le operazioni da svolgere sono molto semplici da eseguire e assolutamente facili da comprendere.

L’ultima delle funzioni di questo fantastico Tissot T-Touch T04.420.17.051.00 è il termometro.

Sarà possibile impostare il valore in gradi C°, oppure F°, ma la scelta è tutt’altro che irreversibile: con una elementare manovra potremo curiosare sull’equivalenza dei due sistemi.

Sotto l’aspetto estetico e pratico, questo T-Touch si presenta con un look sportivo, ammiccante però alla eleganza giovane e spregiudicata, molto trendy in questo momento, grazie alla cassa in acciaio abbinata al cinturino in caucciù con chiusura di sicurezza deployante.

Il vetro è di tipo minerale anti-graffio, mentre l’impermeabilità è stata testata a 10 atmosfere, il che significa che potremo indossare il nostro orologio tranquillamente anche durante i nostri bagni in mare o in piscina, immergendoci con esso fino a pochi metri in apnea.

Insomma con l’inserimento nel mercato di T-Touch II e T-Touch Expert, così affidabili e completi, Tissot compie un’importante operazione tecnologica e di marketing, nel dare a chiunque, in virtù del prezzo molto competitivo, un prodotto ad altissimo contenuto tecnico e di grande affidabilità.

Tissot T-Touch II: un passo nel futuro.

1 commento
  1. Angelo90
    Angelo90 dice:

    Complimenti!! Io sono in possesso del t touch expert da 3 anni circa ed e perfetto solo un cambio batteria ,usato in maniera piu estrema in tutte le sue funzioni(2 anni di alpini a trento) ancora perfetto.sto cercando cinturino acciaio o pelle o gomma nera anche usati, complimenti ancora per larecensione

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *