Articoli

Tiffany, Pandora, Comete, Le Bebé, Due Punti: le nuove frontiere del lusso

“Panta rei”, tutto cambia, nulla è immutabile; nessun aforisma quanto quello attribuito ad Eraclito si adatta meglio al mercato della gioielleria.

Dobbiamo ammettere inoltre che stiamo vivendo un periodo storico e sociale in cui i cambiamenti sono veramente significativi.

E siccome tutto cambia, anche il mercato del lusso si trasforma.

Si è fatta largo silenziosamente ma energicamente una nuova concezione del lusso, più matura, più etica e più esclusiva.

Sociologi di tutto il mondo stanno analizzando questo fenomeno, che consiste nel considerare prezioso ciò che è esclusivo più di quello che è costoso.

Si è ormai passati e ci si inoltrerà sempre più in una fase in cui alla volgarità del “regno del prezzo” verrà sostituita l’eleganza della rarità.

Diviene lusso, quindi il saper e poter trovare, e non il potersi permettere per denaro.

Ne sanno qualcosa, e non a caso, due tra le griffes più importanti della Gioielleria per prestigio e fatturato: “Tiffany” e “Pandora”, le quali basano sull’esclusività dei loro modelli il successo che vedono crescere di giorno in giorno.

A questa filosofia si è per prima adattata anche tre delle griffe più dinamiche del panorama Italiano del Gioiello: “Comete” del gruppo Muraro di Olmo di Creazzo, “Le Bebé” della maison romana “Luce Bianca” e “Due Punti” della milanese “Vai”. Continua a leggere