Articoli

Primavera-Estate 2016: Hamilton e Calvin Klein

Come tutti gli anni, come si affaccia la primavera, iniziano ad apparire nelle vetrine le ultime novità del settore orologiero.

I primi a uscire, con la consueta tempestività sono stati Hamilton e Calvin Klein, che come sappiamo sono tra i brand più dinamici e in sintonia con il moderno trend della moda.

Tra le proposte da Hamilton ritroviamo ben due modelli ispirati all’orologio del mitico Elvis Presley, che gli appassionati ben conoscono e che ha dato vita alla prestigiosa collezione Ventura.

Primavera-Estate 2016: Hamilton e Calvin KleinIl primo, a catalogo con la referenza H24551131, è il Ventura Elvis 80, nell’immagine a sinistra (listino €. 1.015,00), presentato nella sua veste più sportiva e aggressiva, ovvero con il bracciale in acciaio e il quarto di minutiera in orange. Il movimento è un quarzo F06-111, una delle ultime proposte dell’industria elettronica svizzera targata Swatch Group-ETA

L’altro è invece un automatico con estetica da bel tenebroso (foto del titolo), che farà la gioia degli appassionati, con cassa in PVD nero e movimento a vista, equipaggiato con un movimento calibro H-10. La sua referenza è H24585331 (listino €. 1.325,00).

Le proposte di Hamilton sono veramente tante e variegate, e qui aggiungiamo solo un accenno sul Khaki Field H68401735 (listino €. 475,00), che interpreta conclasse e sobrietà lo stile militare.

Riguardo a Calvin Klein assistiamo alla solità esplosione di proposte veramente gradevoli del design più attuale.

Due tra quelle che sicuramente saranno best-seller sono il modello Lively Primavera-Estate 2016: Hamilton e Calvin KleinK4U23121, e lo scintillante Class K6R23626 (qui affianco raffigurato nella versione dorata, ma disponibile anche in color argento brillante. Queste due creazioni in questo momento rappresentano lo stile più amato dalla donna del terzo millennio.

Tutte queste novità, aggiunte al resto del campionario completo di Hamilton e Calvin Klein si possono trovare presso il nostro punto vendita di Via Palazzo 50, a Sanremo (tel. +39.0184.570063) oppure online sul sito di Cannoletta Antica Gioielleria.

Un orologio Calvin Klein per la Mamma

Nella jungla dei cataloghi degli articoli da regalo emergono alcune marche che hanno vocazioni specifiche, e tra queste le più rappresentative sono quelle del comparto fashion.K2L24120

In campo orologiero sono numerose anche le maison della Moda che producono segnatempo, ormai trasformati da strumento a accessorio-moda, che oltre alle mansioni pratiche svolge anche una funzione estetica.

Calvin Klein, tra tutte queste, spicca per una scelta che è andata contro-corrente rispetto alla regola non scritta adottata da tutti gli altri competitor, i quali si preoccupano esclusivamente dell’estetica.

CK, come è suo costume, bada anche al “solido” e per garantire una qualità adeguata al suo nome ha affidato la distribuzione e le scelte tecniche dei suoi prodotti a Swatch Group, proprietario di moltissimi marchi orologieri, anche del Lusso, e massimo colosso del settore.

Ne deriva, di conseguenza, un catalogo qualitativamente ineccepibile, arricchito dalle selezioni più attuali della moda. Continua a leggere

Calvin Klein K3V236L6, Estate dorata

L’Estate 2014 è riuscita finalmente ad affermarsi, dopo molte difficoltà meteorologiche.

Si annuncia come una stagione ricca di sorprese, come d’altronde si è annunciata attraverso le sue controverse vicende, non solo in termini di temperatura, ma anche e soprattutto per come verrà interpretata in questo periodo di crisi economica.

K3V236L6Noi Italiani, comunque, anche nei momenti di maggior sofferenza riusciamo a tirar fuori il meglio, facendo in ogni scelta di necessità virtù.

Anche la moda legata all’Orologeria viene adattata a queste esigenze, ma non per questo rinuncia a privilegiare qualità ed estetica.

In questo contesto emergono quei brand che hanno saputo creare un catalogo di prodotti affidabili, indissolubilmente legati ad una ricerca incessante e proficua del bello, esattamente in linea con i gusti del momento.

Calvin Klein è in questo senso un capo-scuola, in quanto ha saputo individuare tutti i lati emotivi, i modo particolare quelli femminili, senza lasciare nulla al caso, ma al contrario giustificando le sue espressioni di design con motivazioni appropriate.

Un caso emblematico è rappresentato da K3V236L6, un orologio nato per l’estate, che anticipa quelle che sono annunciate come le richieste estetiche del 2015, presentandosi con una livrea in PVD dorato rosso, che contrasta esplicitamente con il finissimo laccetto candido, come l’abbronzatura estiva risalta sulle vesti delle nostre signore.

È sicuramente un esempio della grande abilità dello stilista nel cogliere l’attimo fuggente di una percezione geniale, con la quale ha saputo conquistare il suo enorme successo. Continua a leggere

Calvin Klein, la bellezza al potere

Parliamo oggi di un brand che non avrebbe bisogno di presentazioni, perchè riveste, tra l’altro, nel campo della moda, una posizione di assoluta preminenza: Calvin Klein.

Titolare di uno stile sobrio elegante e assolutamente attuale, Calvin Klein incontra i favori del pubblico in virtù di un’interpretazione molto fresca della moda e dell’eleganza.

K4G23121Le sue linee, particolari ma mai eccessive, lo fanno preferire per la delicata compenetrazione con il nostro tempo, le sue gioie e anche le sue contraddizioni, proponendo una lettura serena e spensierata della nostra epoca.

In Orologeria Calvin Klein ha scelto la strada più seria e corretta per collocarsi sul mercato.

Fuggendo le lusinghe di un successo che nel nostro settore avrebbe potuto essere esclusivamente “mordi e fuggi”, Calvin Klein ha deciso di darsi una collocazione professionale, affidabile e definitiva, affidandosi sia tecnica mente che per la distribuzione alla competenza del più importante colosso mondiale orologiero: Swatch Group, titolare di numerosissimi brand, anche di importanza fondamentale per il settore, come Breguet, Omega, Longines e Tissot, solo per citarne alcuni.

Come si diceva poc’anzi, la vocazione al bello di Calvin Klein non viene certo scoperta oggi, ma possiamo averne una conferma attraverso uno dei modelli che attualmente sono tra i più richiesti del brand e del comparto: si tratta del modello a catalogo con la referenza K4G23121.

Calvin Klein K4G23121  è un modello femminile non solo per le dimensioni ma soprattutto concettualmente.

Nato per “vestire” il polso con grazia e stile, conferisce quel tocco civettuolo che esprime una femminilità intrinseca e naturale. Continua a leggere

Calvin Klein K2W21Y46, il piacere della qualità

Bellezza estetica e concretezza tecnica sono due parametri che non sempre coincidono.

K2W21Y46La ricerca della forma, infatti, in alcuni casi, rischia di pregiudicare l’aspetto qualitativo, e ciò per svariati motivi, spesso indipendenti dalla volontà del costruttore.

In un mondo sempre più legato alla specializzazione, conciliare due filosofie costruttive non è semplice, anche per le implicazioni che sorgono in ambito economico.

La realizzazione di un bel design rischia di disperdere risorse, che vengono poi recuperate limitando alcuni accorgimenti funzionali, per raggiungere un prezzo equilibrato.

Solo chi fosse ampiamente specializzato in entrambi i campi, e quindi in possesso sia di know-how che di filiere produttive adeguate, potrebbe by-passare questo problema.

E’ il caso, forse unico nel panorama orologiero, di Calvin Klein, il solo brand fashion del suo range, che si sia affidato alla competenza tecnica e tecnologica del più grande distributore e costruttore di orologi che esista al mondo, per completare con la competenza di settore, la propria vocazione alla creazione del bello.

Un’ulteriore esempio concreto di questa simbiosi ci è dato da Calvin Klein K2W21Y46, un orologio che al gusto estetico e le brillanti interpretazioni stilistiche, unisce la qualità indiscutibile della tecnologia orologiera svizzera di alto livello.

Nato come proposta sportiva, questo modello si ritrova ad essere privilegiato anche da chi vuole indossare un orologio elegante nell’accezione più moderna del termine, ovvero portabile in ogni occasione, in virtù di una forma e una scelta cromatica molto gradevoli. Continua a leggere

Calvin Klein K2H27102, l’imprescindibile

Un mix di stile e grinta

 

La strada scelta da Calvin Klein per trovare la sua collocazione precipua nel mondo orologiero, costituisce, come sappiamo, una particolarità.

Lungi dal volersi affermare in modo effimero e quindi “solo” in virtù dell’esclusività dei propri modelli e dell’estetica, il brand ha deciso diK2H27102 misurarsi con gli altri marchi scendendo in campo aperto, e perciò anche sul terreno della qualità tecnica.

Per recuperare il know-how necessario, Calvin Klòein si è affidato al massimo esperto del settore, ovvero Swatch Group, il colosso orologiero svizzxero, proprietario di un numero impressionante di maison, nonché di case manifatturiere e di fabbriche di componenti meccanici.

Questa strategia la dice lunga rispetto a quanto avviene solitamente nel mondo del fashion legato ai segnatempo, ove il titolare del marchio si accontenta di esprimere una forma estetica e tralascia gli aspetti intrinseci dell’Orologeria.

Negli orologi Calvin Klein, invece, grazie appunto all’altissima professionalità e competenza del distributore, possiamo scoprire fattori canonici legati all’universo della tecnica, uniti alle proposte trendy e alla ricerca del bello e della forma.

Collocato in un ambito di stile legato al nuovo e giovane concetto di Eleganza Moderna, CK si esprime in un linguaggio molto gradito a chi si riconosce in una sobrietà fatta di stile e moderazione.

Un esempio eloquente è fornito da uno dei modelli più fortunati del catalogo del marchio, ovvero Calvin Klein K2H27102.

Abbiamo introdotto questo orologio citandolo nel titolo come “imprescindibile”, e ciò in virtù di una capacità spiccata nel saper interpretare canoni che spesso sono visti come antitetici, ovvero la grinta e lo stile, e che quindi consente di servirsene in ogni circostanza. Continua a leggere

Calvin Klein K2H21120, trend e eleganza

K2H21120Nel variegato mondo orologiero, composto da mille satelliti e poche stelle di prima grandezza, Calvin Klein costituisce un unicum per una serie di motivazioni e particolarità.

Va innanzitutto considerato che ci troviamo di fronte ad un interprete e protagonista indiscusso del fashion tradotto in senso lato, ovvero foriero di novità, in grado di imporre il trend.

La presenza di Calvin Klein nel mercato dell’Orologeria, inoltre, si colloca in posizioni sostanzialmente diverse rispetto a tutti gli altri marchi della moda, perchè ha operato una scelta di settore diametralmente opposta a quella dei suoi competitor diretti.

Gli orologi di Calvin Klein, sono infatti distribuiti, non in proprio, ma affidati alle cure sapienti e prestigiose di Swatch Group, il massimo colosso del comparto.

Ne deriva che pur mantenendo ovviamente il design originale dello stilista, questi segnatempo sono animati da movimenti super-professionali e gestiti commercialmente e strategicamente da quello che si può definire il più importante esperto del canale.

Cade con Calvin Klein, di fatto, l’assioma “brand fashion = orologio mediocre” che si era fatto purtroppo largo nell’immaginario del pubblico e che, va detto, era dovuto ad alcune scelte tecniche scellerate operate in passato da alcuni brand della moda.

Nel catalogo della maison troviamo invece, e da sempre, solo ed esclusivamente orologi di grande affidabilità, che fanno del rapporto qualità-prezzo una delle migliori peculiarità, come è consuetudine di Swatch Group.

Un’altra prerogativa importante si riferisce alla qualità estetica delle collezioni, sempre all’avanguardia della moda e del design, con soluzioni mai volgari o eccentriche, ma che sanno sempre coniugare il classico e il moderno con eleganza e sobrietà.

Ne è esempio il modello K2H21120, che mettiamo sotto il fuoco dei riflettori con questo articolo. Continua a leggere

Calvin Klein K3V235L6, quando il design veste la qualità

Clavin Klein, nell’ambito orologiero, costituisce uno dei rari esempi in cui una maison di moda non si accontenta dell’estetica e del design, declassando l’orologio a mero accessorio senza una vera utilità, ma al contrario si preoccupa del livello qualitativo e tecnico dei suoi segnatempo.

K3V235L6Il brand infatti è stato affidato alle cure di Swatch Group, il più potente e importante colosso distributivo mondiale, proprietario di Breguet, Blancpain, Omega, Longines ed altri “mostri sacri” dell’Orologeria.

In questo modo si è ottenuto il risultato di unire il classico utile al dilettevole, nella fattispecie l’aspetto fashion e quello qualitativo.

Indubbiamente gli orologi di Calvin Klein attraggono sulle prime in particolar modo per il loro aspetto estetico finemente curato e per gli accorgimenti di carattere “modaiolo” che non mancano mai (ovviamente).

Prendiamo in considerazione oggi il modello K3V235L6, perchè coniuga sapientemente la semplicità, ma espressa in maniera sobriamente elegante e proprio per questo ricco concettualmente, ma precisiamo che esiste una versione con cassa in acciaio non dorato, referenza K3V231L6, ma anche altre varianti con laccetto e quadrante nero o cassa dorata in pvd rosa, facilmente rintracciabili a catalogo.

L’idea di utilizzare la fettuccina tonda a guisa di bracciale non è un’idea nuova, ma bisogna riconoscere che Calvin Klein ha dato quel tocco di classe in più che trasforma l’insieme in un bell’orologio. La scelta del caucciù, inoltre, assolve anche una funzione visiva molto carina, donando una lucentezza ambigua ma splendente, e una maggiore lavabilità. Continua a leggere

Tecnica: ETA, la meritocrazia al potere!

Da quando Swatch Group ha iniziato a negare i “suoi” preziosi calibri ETA ai brand esterni al gruppo, il mercato e gli appassionati di buona Orologeria hanno iniziato ad accorgersi dell’alta qualità e del prestigio di questi movimenti troppo spesso sottovalutati in passato.

ETA, infatti, può essere a ben ragione considerata la più nota tra le case produttrici attive nel range qualitativo medio-alto.l688.2

Spesso in passato maison importantissime inserite nel range del lusso e della fascia più elevata dell’alto di gamma hanno equipaggiato i loro modelli con movimenti automatici quali ad esempio il mitico 2892, o altri.

Ne derivò che alcuni tra gli appassionati più evoluti, non disposti a spendere cifre esorbitanti per un calibro non di manifattura, svilissero quei prodotti liquidandoli sbrigativamente definendoli “base ETA” quasi questa fosse una caratteristica negativa.

Si può quindi affermare che con la decisione di destinare ai propri brand i famosi calibri ETA (a parte qualche residuale caso), Swatch Group ha fatto indubbiamente un’azione di chiarezza.

Oggi tutti riconoscono la giusta valenza ai movimenti prodotti da ETA, potendo constatare che essi sono finalmente commercializzati ad un prezzo molto conveniente, il quale tiene conto di costi di produzione industriale, ma di eccelse rifiniture effettuate dai tecnici che godono del massimo della tradizione e della considerazione in terra elvetica.

In molte occasioni, ETA riserva alcune produzioni in esclusiva ad un unico brand del gruppo proprietario, raggiungendo quindi un concetto che è quanto di più vicino ci possa essere ad un calibro di manifattura.

Queste scelte strategiche geniali erano state avviate da Nicholas Hayek, che ha oggi nei suoi figli i validi continuatori della sua opera.

Si spiega in questo modo il travolgente successo di maison come ad esempio Longines, tra le maggiormente beneficiate dall’assegnazione di calibri in esclusiva, la quale ha potuto condurre alcune vincenti campagne di marketing, forte del sostegno del gruppo, ma soprattutto filosoficamente confortata da un’immagine di costruzione in-house, e concretamente supportata da un livello qualitativo notevolissimo nonchè da un livello qualità prezzo Continua a leggere

Calvin Klein K3E231C1, elegante asimmetria

Ci vuole tanto ingegno e altrettanta abilità per creare un’asimmetria elegante e piacevole e a Calvin Klein non mancano certo gli argomenti in questo senso.K3E231C1

Calvin Klein K3E231C1 riesce ad esprimere questo concetto condensato addirittura in un orologio dalla forma rotonda!

Questo orologio molto particolare risulterà sicuramente gradito a tutti coloro amano differenziarsi con espressioni geniali che sistacchino dalla piatta banalità.

Tutto in Calvin Klein K3E231C1 assume una valenza quasi artistica: dalla disposizione degli index sul quadrante, alla loro dimensione, fino al posizionamento dell’albero e la corona di messa all’ora, sistemati eccezionalmente in corrispondenza di ore “2”.

A prima vista questo modello stupisce per l’apparente indefinizione della forma, che in virtù degli index e del loro contrasto sul quadrante, funge da trompe l’oeil tra la forma ovale e quella tonda.

Anche le lancette sono decentrate verso l’alto, in un trionfo estetico senza paragoni.

La larghezza delle anse e quindi il conseguente spessore del cinturino completano un quadro veramente gradevole, dove tutto è armonico e bello, senza essere … normale, ove il termine significa “piatto”. Continua a leggere