Tag-Heuer Mikrograph: il mito è gia qui!

Tag-Heuer non si ferma più!

Dopo aver recentemente creato il V4, primo e unico orologio con trasmissione a cinghie, e il suo ultimo calibro di manifattura, il 1887, la maison svizzera leader nell’orologeria sportiva aggiunge un nuovo alloro alla sua serie interminabile di successi.

Ancora un orologio per pochi: 150 esemplari severamente numerati, come 150 erano quelli destinati ai fortunati possessori del V4.

Stiamo parlando del Mikrograph, il primo orologio meccanico al 100° di secondo con lettura tramite lancetta centrale.

Tecnicamente parlando questo orologio presenta una serie impressionante di miracoli di micro-meccanica.

Un grande allenatore di Calcio, disse che la caratteristica che contraddistingue un campione da un giocatore mediocre è che il primo fa apparire facili le cose difficili.

Guardando il quadrante del Mikrograph si resta affascinati per la sua sobrietà e bellezza, ma sconcertati dalla sua semplicità.

La lancetta di centro è in grado di compiere l’intero giro del quadrante in un secondo. I tre contatori fanno da supporto all’indicatore di riserva di carica posto a ore 12.

Ma nulla fa presagire quello che scopriamo girando questo gioiello: il meccanismo a vista rivela due bilancieri, ciascuno pulsante ad una frequenza diversa!

Ma non è tutto: due sono anche i bariletti che contengono altrettante molle di carica, una dedicata al funzionamento dell’orologio, regolato dalle 28.800 alternanze orarie di un bilanciere; l’altra esclusiva per il cronografo, capace di far oscillare il suo bilanciere a 360.000 alternanze orarie.

Ne deriva che la carica del cronografo è assolutamente indipendente da quella dell’orologio, pur armandosi contemporaneamente con la medesima corona e attraverso la medesima massa oscillante dell’automatico (tra l’altro con carica bi-direzionale).

La data posta a ore 6, completa il quadro di lettura.

Tutta questa grazia di Dio è contenuta in mm. 35,8 di diametro per 7,95 mm. di spessore.

La riserva di carica dell’orologio è pari a 42 ore, quella del cronografo a ben 90 minuti.

I rubini sono 62.

Le lancette relative a ore, minuti e secondi dell’orologio sono in oro rosa 18 kt. 5N, così come pulsanti del cronografo, corona e boucle del cinturino, oltre naturalmente alla cassa.

Sulla massa oscillante fa bella mostra di se il numero progressivo della serie limitata.

I due vetri sono ovviamente zaffiri.

Credo proprio che ad un orologio sportivo ed esclusivo non si possa proprio chiedere di più.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *