Swatch Sistem Red, figlio delle stelle

È uno degli orologi più rappresentativi della nuova collezione Swatch dell’estate 2015, si chiama SUTR400 Sistem Red e richiama sul quadrante una costellazione.

Swatch non dimentica la sua origine con le radici compenetrate nella grande tradizione svizzera dell’Orologeria Meccanica.

Ecco quindi un’intera linea dedicata ai meccanici, con il movimento a carica automatica di alto pregio.sa05_sutr400_original_square

Swatch Sistem Red si presenta con un’immagine tipicamente in linea con la filosofia del brand, che ama affrontare il mercato imponendo la sua allegria e dinamicità, ma racchiude in esso i segreti di più di 200 anni di tradizione orologiera.

La cassa è di colore rosso e trasparente, che si lascia elegantemente riprendere cromaticamente dalle impuntature del cinturino nero.

Il quadrante rievoca una costellazione di fantasia, che potrebbe essere definita “Swatch” ma che mostra l’ingegno dei designer del gruppo che in modo molto discreto hanno posizionato le stelle di seconda grandezza in corrispondenza dei punti esterni sulla ghiera, ad indicare le ore.

Emerge quindi un grande equilibrio estetico, anch’esso peculiare del marchio ed estremamente convincente.

Ma la notizia più importante come spesso accade con questo importante brand, è il prezzo, assolutamente concorrenziale e conveniente specie se consideriamo la qualità del movimento, che non faremmo fatica a trovarne corrispondenza tecnica in orologi di celebrate maison.

Questo Sistem Red, ma in genere tutta la linea Sistem 51 conferma la forza d’urto di Swatch che ha creato una categoria di utilizzatori molto competenti e attentissimi alla qualità.

 

2 commenti
  1. Francesco
    Francesco dice:

    Prezzo assolutamente concorrenziale? 140 euro per un orologio completamente di plastica non è affatto un prezzo concorrenziale, a mio parere.
    E poi il nuovo movimento è assolutamente rumoroso, senza fermo macchina, molto meno preciso di quanto è dichiarato da Swatch. E poi, dettaglio importante, l’orologio è in cassa di resina completamente sigillata, il che vuol dire IMPOSSIBILE da riparare, e impossibile registrare ritardi o anticipi.
    Secondo me un pessimo modello, peggiore anche dei vecchi automatici della stessa linea che sicuramente erano più dignitosi di questo Sistem 51

    Rispondi
    • Enrico Cannoletta
      Enrico Cannoletta dice:

      Buongiorno Francesco,
      in effetti messa in questo modo non potrei darti torto, ma occorre considerare una serie di fattori. In primis quando si dice che il prezzo di questo Swatch è concorrenziale ci si riferisce al fatto che è equipaggiato da un movimento che solitamente viene impiegato in brand di grande richiamo. Ormai gli automatici ETA sono molto ambiti in virtù della loro affidabilità e robustezza, e un calibro automatico di questo pregio tecnico a questo prezzo non era mai stato offerto. E questo introduce al discorso della precisione. La regolazione della marcia oraria sta lentamente tramontando proprio per l’utilizzo dei nuovi materiali tecnologici inseriti nelle catene di montaggio, sia per l’impiego all’interno dei calibri che per i macchinari predisposti al controllo. Si sta pensando di arrivare, come Omega ha già fatto, a montare spirali libere. In ogni caso evidentemente non hai mai avuto modo di constatare l’assistenza Swatch, che arriva addirittura alla sostituzione dell’orologio in caso di conclamato malfunzionamento. Ma la cosa più rilevante è che Swatch è una filosofia: c’è chi la condivide, e chi no, e le due fazioni sono in lotta da oltre 30 anni, ovvero dalla comparsa di Swatch. La tua opinione è dunque condivisibile da chi ama l’orologeria tradizionale, mentre troverebbe oppositori tra i sostenitori di Swatch. Grazie per il tuo intervento e continua a seguirci.

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *