Rinvenuto diamante blu di oltre 122 ct.

Una scoperta eccezionale quella annunciata dalla compagnia diamantifera sud-africana Petra Diamonds.

Petra Recovers 122 carat blue diamondUn eccezionale diamante blu grezzo del peso di ct. 122,52 è stato estratto dalle miniere Cullinan di proprietà della compagnia.

L’annuncio è stato diffuso in Italia la mattina del 13 attraverso un brevissimo bollettino della Borsa Diamanti d’Italia, di cui Cannoletta Antica Gioielleria è Punto Vendita Qualificato.

La splendida gemma stabilisce un record significativo, non solo in campo commerciale, in quanto la sua valutazione sarà oggetto di analisi che sono attualmente in corso, ma anche e soprattutto sotto l’aspetto geologico.

Come risaputo il diamante cristallizza in presenza di pressione e temperatura elevatissime, a migliaia di km. sotto la crosta terrestre, attraverso un processo che è avvenuto molte centinaia di anni orsono, e vengono successivamente avvicinati alla superficie usufruendo di camini vulcanici e/o in occasione di eventi geologici quali ad esempio i terremoti, e che comunque coinvolgono la teoria della tettonica a placche circa lo spostamento dei fondali marini e dei continenti stessi.

La colorazione e la purezza del materiale gemmifero, dipende esclusivamente dal processo di cristallizzazione, il quale blocca una situazione qualitativa delle gemme, che perdurerà in eterno. Il colore, in particolare, si lega alla purezza in modo vincolante, in quanto esso è dovuto alle tracce atomiche di materiale imprigionato nei reperti.

Questa presenza non inficia la purezza dal punto di vista gemmologico, in quanto su tratta di tracce atomiche e quindi non visibili, al momento, neppure con l’ausilio dei più sofisticati microscopi elettronici, ma dona ad ogni gemma un colore irripetibile e esclusivo.

Quasi sicuramente la colorazione blu di questa gemma da record può essere determinata dalla presenza di titanio, ma questa al momento è solo una teoria in quanto sono in corso le relative analisi.

Ben diversa è la definizione di purezza sotto l’aspetto gemmologico, in quanto considera le inclusioni visibili fino a 10 ingrandimenti attraverso il microscopio gemmologico, il quale prevede la presenza di una “pozzetto oscuro” di osservazione e luce sia incidente che rifratta, a varie gradazioni.

Petra Diamonds ha acquisito la Compagnia Diamantifera Cullinan e le sue miniere nel 2008, e questa fonte continua a riservare stupore con diverse estrazioni di diamante naturale blu qualitativamente eccezionali.

Si riporta per intero il bollettino della Borsa Diamanti d’Italia del 13 giugno 2014 relativo all’annuncio:

 

Petra Recovers 122.52-Ct. Blue Diamond

Jun 13, 2014 8:15

Petra Diamonds Ltd. recovered an exceptional 122.52-carat blue diamond at the company’s Cullinan mine in South Africa

The rough stone will require further analysis in order to assess its potential value and upon completion of that process, Petra Diamonds stated that it will  evaluate an optimal route to market.

Petra Diamonds acquired the  Cullinan mine in 2008 and  has continued to produce a number of exceptional blue diamonds.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.