Penna Aurora, il dono di classe

Questo momento di crisi e di austerità serve, se non per altro, almeno al ritorno all’attenzione e alla concretezza negli acquisti.

Si stanno infatti recuperando in questa fase, le più fulgide tradizioni, e il consumatore presta il massimo della cura nella scelta di prodotti destinati a sopravvivere nel tempo, sia in termini di durata che di prestigio.

In questo panorama trova un suo importante spazio una delle più autorevoli realtà della cultura e della creatività Italiana, la produzione delle Penne Aurora.

Nata nel 1919, l’anno del riscatto europeo dalle macerie della Grande Guerra, Aurora conta oggi 130 dipendenti di cui 100 sono gli operai.

Dal 1990, la maison torinese è divenuta una realtà sempre più compenetrata nel mercato mondiale, basti pensare che fino ad allora il 97% delle vendite avveniva sul nostro territorio, mentre oggi si è arrivati ad esportare il 45% della produzione, segno di un apprezzamento sempre maggiore nei confronti di un’azienda dalle nobili origini.

Numerosi sono gli accorgimenti tecnici e tecnologici adottati per la costruzione di questi inimitabili strumenti di scrittura, l’ultimo dei quali, coperto da brevetto, riguarda la riserva di carica.

Sulle più pregiate stilografiche Aurora abbiamo infatti la possibilità, una volta terminato l’inchiostro, di accedere attraverso una semplicissima manovra, ad una riserva di carica che ci consente di scrivere almeno una facciata e mezza di un foglio protocollo.

Uno degli esemplari maggiormente ammirati in questo periodo è sicuramente la stilografica 946 in serie limitata e numerata in soli 1919 esemplari, numero derivato ovviamente dall’anno di fondazione.

Splendido strumento, Aurora 946 presenta guarniture in argento 925% e il prezioso pennino in oro 18 kt.

Il corpo è costituito dalla famosa resina screziata rossa della maison, ed è presente una finitura lenticolare della testina in cristallo di rocca, che lascia trasparire la scritta “Aurora” in madreperla, su fondo in pasta di corallo rossa.

Il caricamento è rigorosamente a stantuffo.

Ma Aurora non è esclusivamente strumenti di scrittura dal prezzo notevole. Oggi possiamo permetterci questi strumenti, nella loro fascia di pregio, già a partire da €. 48,00.

La maison, conscia dell’esclusività dei suoi prodotti e confortata dalla constatazione che la produzione di tale qualità non può essere forzata, ha scelto una particolare linea distributiva.

Il prodotto viene concesso in esclusiva alle migliori gioiellerie o, ove esistano, nei migliori negozi specialistici in grado di esporle in un corner dedicato.

Il dono di una penna Aurora gratifica chi lo riceve e nobilita chi lo offre rivelandone il buon gusto.

Aurora: classico esempio dell’intraprendenza e dell’eleganza Italiana nel mondo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *