Maurice Lacroix: la ruota è quadrata!

Quella della ruota è stata l’invenzione che forse ha maggiormente influito, insieme al fuoco, sull’evoluzione dell’Umanità.

Come sappiamo, in virtù della sua rotondità ha consentito lo sviluppo dei carri, e in conseguenza dei trasporti, ma ha anche determinato immensi progressi nelle costruzioni e in tutto ciò che da esse è derivato. Senza la ruota sarebbe stato impensabile l’uso delle carrucole o delle macine, ecc.

MP7158-SS001-901Allo stesso modo, un meccanismo privato della ruota, non sarebbe mai potuto esistere, consacrandola perciò a fonte di sviluppo non solo dell’Orologeria stessa, ma della Meccanica in assoluto.

L’ipotesi di una ruota quadrata è sempre stata relegata nell’ambito dell’impossibile, e spesso è stata utilizzata come il simbolo di un progetto irrealizzabile o dell’ironia.

Tutto ciò fino a quando Maurice Lacroix, maison operante proprio nel campo estremo della Meccanica fine e di precisione, nonchè creatore, tra le altre complications, anche del fantastico “Secondi Fluttuanti” che sarà oggetto di un prossimo articolo, ha stupito tutti creando un segnatempo per il cui funzionamento è prevista proprio una “impossibile” ruota quadrata.

Tecnicamente il miracolo è stato compiuto accoppiando un’ulteriore invenzione a quella che stiamo descrivendo, ovvero la creazione di una ruota a forma di trifoglio, la quale sfrutta le angolazioni che si formano nella coincidenza dei “petali” per agganciare i quattro angoli vivi della ruota di nuova concezione. Il tutto condito con una buona dose di calcoli relativi al numero e alle dimensioni dei denti delle ruote.

Nel caso specifico di un orologio e perciò nell’inserimento di nuovi elementi al ruotismo, vanno rispettate alcune regole di base le quali determinano di fatto le alternanze orarie del bilanciere.

Maurice Lacroix Roue Carrè MP7158-SS001-901, non rappresenta quindi solo un’eccezione dal punto di vista tecnico, ma anche una sfida vinta dall’ingegno umano, il quale dimostra una volta di più che con caparbietà e piena conoscenza della materia si possono vincere anche le battaglie che possono apparire impossibili.

Questa straordinaria complicazione viene messa in evidenza sul quadrante, in modo che tutti possano ammirarla e apprezzarla in funzione.

Nel suo insieme Maurice Lacroix Roue Carrè si presenta in modo impeccabilmente elegante, come impone il livello tecnologico che rappresenta, e si avvale del movimento meccanico a carica manuale ML 156 , sviluppato in collaborazione con HE-ARC ma costruito e montato in house da Maurice Lacroix.

Si tratta di un prodotto di alta scuola orologiera che raggruppa ruotismo e parte motrice sotto un’unica platina, lasciando in splendido isolamento il ponte del bilanciere.

Maurice Lacroix Roue Carrè è dotato di indicatore di riserva di carica a ore “3”, e sviluppa 18.000 alternanze orarie, pari a Hz. 2,5.

La ruota quadrata, costruita in modo da avere i denti in posizioni ad inclinazione differenziata, è anche utilizzata per indicare i secondi sul quadrante.

Lariserva di carica raggiunge le 45 ore, mentre il numero dei rubini è di ben 34.

Anche in fase di regolazione Maurice Lacroix ha voluto curare in modo estremamente preciso questa sua splendida creazione: la precisione è stata ottenuta attraverso un controllo a 5 posizioni a piena carica, ma anche a due posizioni a orologio quasi completamente scarico.

Per soddisfare l’estetica e la maniacale attenzione attribuita a questo calibro è stata adottata la finitura “Grand Colimaçon” con finiture al rodio.

Le dimensioni di questo meraviglioso orologio sono anch’esse perfette, con i loro 43 mm. di diametro che coincidono con le misure maggiormente richieste per un orologio elegante e di classe.

La cassa è satinata ed è stata rifinita con una cura eccellente.

Il quadrante è stato anch’esso rifinito con una decorazione molto appropriata, ovvero in “Sun Ray Finishing”, che ne esalta la visibilità, già determinata dall’estrema trasparenza del vetro zaffiro anti-graffio trattato anti-riflesso da entrambi i lati.

Maurice Lacroix Roue Carrè è declinato in due versioni: con quadrante argentè e nero.

Insieme al già citato “Secondi Fluttuanti”, questo Roue Carrè conferma la posizione acquisita da Maurice Lacroix, ovvero una consolidata presenza nel lusso orologiero confortata da una capacità ed espressione tecnica che, relativamente ad alcuni movimenti, non ha pari nel panorama mondiale di settore.

Se qualche anno orsono si diceva di Maurice Lacroix che era nata una stella, ora si può affermare senza tema di smentita che questo astro è divenuto indiscutibilmente di prima grandezza.

E se è vero (come è vero!) che le eccellenze si attraggono, Maurice Lacroix è l’orologio ufficiale di F.C. Barcelona, una delle squadre di calcio più forti del mondo.

 

 

Orologio Maurice Lacroix MP7158-SS001-901

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.