Longines, il clamoroso ritorno di Avigation

La linea Avigation di Longines è sempre stata privilegiata in campo professionale in virtù della sua robustezza e affidabilità.

In particolari i piloti, o comunque coloro che si avvicinano agli sport dell’aria, sono perfettamente al corrente delle caratteristiche particolari che rendono pressochè unica questa collezione.

Quest’anno, nell’ambito del revival che il brand dedica agli orologi storici della sua produzione, abbiamo l’occasione di ammirare, o meglio di riassaporare, il The-Longines-Avigationsapore nostalgico di un modello che fu prodotto nel 1949 su richiesta della Royal Army, l’Esercito britannico, attraverso una proposta che ha del clamoroso.

In quell’anno l’Alto Comando delle Forze Armate di Sua Maestà britannica decise di rinnovare il parco strumentazione in dotazione agli ufficiali, e, riguardo ai segnatempo, la scelta, riguardo a particolari reparti, cadde su Avigation di Longines.

Oggi, dopo 75 anni, Longines propone ancora quel modello, fedelissimo nell’estetica, ma ovviamente rinnovato in virtù delle nuovissime tecnologie di cui il marchio dispone e che spesso gli vengono messe a disposizione in esclusiva dalla proprietà, il colosso elvetico dell’Orologeria Swatch Group.

Una curiosità storica risiede anche nel suo nome.

Avigation, infatti, deriva dalla contrazione dei termini “Aviation” e “Navigation”, e si riferisce ad un sistema di navigazione aerea adottato negli anni ’20.

Il “nuovo” Longines Avigation presenta orgogliosamente la “broad arrow”, ovvero il logo che i Britannici apponenvano nelle strumentazioni di proprietà del Governo ed affidate per l’uso.

Questa prestigiosa versione presenta anche e ovviamente, molte novità sotto l’aspetto tecnologico.

La visualizzazione consta in quattro lancette, delle qualòi tre sono le tradizionali che indicano ore, minuti e secondi, mentre la quarta , rossa con terminale a freccia in luminova (che è presente anche sulle altre tre), “viaggia” su 24 ore e mostra un secondo fuso orario, servendo altresì da bussola da orientamento.

Ogni militare che indossava questo orologio era al corrente che puntando la lancetta delle ore tradizionali verso il sole, quella delle 24 ore indica il Nord, ovviamente se questa è programmata sullo stesso orario.

Il Longines Avigation del 2014 è a catalogo con la referenza L2.831.4.53.2.

Il movimento è un prezioso automatico calibro L704.2, incassato in una platina in ferro dolce che lo protegge dai campi magnetici, su specifica richiesta del tempo da parte della British Army.

Le alternanze orarie sono 28.800, mantenendo la riserva di carica in 48 ore.

Il fondello è avvitato per garantire un’impermeabilità effettiva di 3 atmosfere.

Il quadrante è inoltre protetto da un vetro in zaffiro bombato e trattato in anti-riflesso multistrato sul lato interno, particolare che non era possibile realizzare all’epoca, ma che sarebbe stato sicuramente gradito dall’Esrcito inglese, come da tutte le Armate attualmente.

Riguardo al quadrante va sottolineato che questo Longines Avigation, come il suo predecessore, consta sulle cifre arabe dipinte e non applicate, particolare molto importante che testimonia sulla cura anche manuale che è stata necessaria per produrre questo prezioso orologio, e fa si che ogni esemplare sia stato personalmente curato dai tecnici Longines, in modo tradizionale, ovvero seduti al banchetto da lavoro del loro laboratorio, inforcando la loro fedele lente. Ciò distingue inoltre i prodotti d’elit da quelli in produzione di massa.

La misura, naturalmente, è la medesima dell’Avigation del 1949, ovvero mm. 44 di diametro, che ne assicurano la massima portabilità nel segno, come sempre, dell’eleganza del brand, presente anche in accezione sportiva.

A testimonianza dell’efficacia del trio classe, classicità e sport, il cinturino scelto è in alligatore nero, con fibbia tradizionale, e non potrebbe essere diverso in ispirazione al modello d’origine.

Giunti al termine di questa recensione non si può rinunciare ad affermare che il nuovo Longines Avigation è destinato a ripetere il successo del suo predecessore, in quanto si tratta di un orologio che si colloca tra le eccellenze che vengono prodotte al massimo un paio di volte in un secolo, mantenendo caratteristiche d’avanguardia ed un valore collezionistico di primissimo piano.

Informazioni, dettagli ed eventuali prenotazioni presso Cannoletta Antica Gioielleria, telefono 0184.570063 o [email protected]

Longines: Eleganza, ma non solo!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *