Harry Winston, l’Arte orologiera allo stato puro

La grande tradizione dei Maestri Statunitensi fa parte della Storia dell’Orologeria.

Ancor prima che la Svizzera prendesse il semi-monopolio che ha contraddistinto il mercato dell’orologeria per svariati decenni, furono molti e ad altissimo livello, gli orologiai Francesi, Italiani, Britannici e Americani, che caratterizzarono la produzione dei segnatempo.

In particolare, dagli U.S.A. arrivarono molti esempi di genialità e proposte veramente interessanti nel settore, e l’origine di IWC, ne è un esempio.

Oggi, mantengono intatte queste tradizioni solo pochi brand, che fanno comunque dell’eccellenza il loro cavallo di battaglia.

Harry Winston è uno di questi.

Gioielliere del massimo rango, ricordiamo che fu il proprietario del famoso diamante “Hope”, donato poi all’ Smithsonian Museum, Harry Winston è anche creatore di Manifattura di altissimo livello estetico e tecnico, questa maison statunitense produce sistematicamente orologi che arrivano immediatamente al successo, premiata da una richiesta appassionata da parte di affezionati collezionisti o da nuovi cultori del bello.

Le creazioni di Harry Winston, infatti, non sono mai banali, e tutte si avvalgono di contenuti altamente significativi.

Recentemente la maison ha addirittura elaborato una nuova lega, composta da alluminio e zirconio, ottenendo un materiale iper-tecnologico che accresce il fascino dei prodotti realizzati.

Per meglio sottolineare le grandi virtù di Harry Winston, abbiamo scelto l’ultimissima impresa della maison: il fantastico “Histoire de Tourbillion n° 3”.

Si tratta di un orologio particolarissimo, come si può notare immediatamente dall’aspetto, che non tradisce le promesse di eccezionalità.

Creato in una limitatissima serie rigorosamente numerata di soli 20 esemplari, “Histoire de Tourbillon n° 3”, ha dimensioni piuttosto generose, e precisamente di mm. 45.90 di altezza per mm. 65,0 di larghezza.

Le dimensioni sono giustificate dalla presenza di due bilancieri animati attraverso un complesso ed esclusivo sistema che comprende tre tourbillon.

Questa complicatziopne estrema è ben evidenziata sulla parte sinistra dell’orologio, mentre affianco e un po’ spostato verso l’alto troviamo l’indicazione di ore e minuti, leggibili attraverso due contatori ruotanti.

In basso fa bella mostra di sè la riserva di carica, che arriva a 50 ore, indicata in modo cromatico in blu e giallo.

I cicli dei tre tiurbillon sono intervallati a 36, 40 e 120 secondi, creando una piacevole e suggestiva dinamica, che non può che stupire per l’effetto scenico e tecnologico del suo insieme.

Il nome assegnato al movimento meccanico a carica manuale, che si può ammirare anche posteriormente grazie al fondello trasparente, è “CompliTime”, a conferma delle difficoltà realizzative a cura di Greubel & Forsey.

La referenza di questo miracolo di tecnologia è “500/MMTWZL.K”.

Completano l’opera l’utilizzo dello Zalium (così si chiama la nuova lega di Alluminio e Zirconio), e la fibbia del bracciale in vero alligatore, in oro bianco.

Il prezzo è quello che ci si aspetta per un’opera d’arte: Fr.Sv. 625.000,00, pari a circa €. 510.000,00, prezzo destinato a crescere enormemente nel tempo data la natura e la rarità del pezzo.

Per chi fosse interessato a notizie “Histoire de Tourbillon n° 3” può cliccare QUI per ricevere ulteriori dettagli.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.