Frederic Jouvenot, quando il genio diventa poesia

Trentacinque anni, di cui 10 dedicati all’orologeria di alto di gamma, il viso d’angelo del ragazzo perbene, un’educazione “svizzera” ed una classe innata. E’ Frederic Jouvenot, colui che è considerato l’enfant terrible dell’Orologeria mondiale, per il suo estro e la sua storia personale, e che in terra Elvetica è definito dai media “Il Piccolo Principe”.

Jouvenot, in virtù dei suoi studi tecnici, ha progettato uno scanner tomografico successivamente adottato da un importante ente medico svizzero.

Poi il colpo di fulmine: Frederic si getta a capo fitto in micro-meccanica e trova spazio nel fantastico mondo dell’Altissima Orologeria.

Questo ragazzo giovanissimo, dall’aria timida ma con una determinazione e un carattere forgiato nell’acciaio, scala le varie tappe di una … “gavetta” dorata.

Progetta complications per passione, e tutto ciò traspare dalle sue creazioni. disegna e progetta orologi sempre più complicati, un’eccezione per un giovane di soli 25 anni.

Ma questo non basta al giovane che per sua stessa ammissione vuole regale un sogno alla gente.

Compie perciò il passo di cambiare ancora la sua vita e fonda una sua maison.

Dalla sua fantasia nascono due capolavori: Solar Deity e Ace, due veri colpi di genio.

Il primo riesce a rivoluzionare il pluricentenario sistema di lettura dell’ora, ma non lo fa in modo dissacrante. E’ un omaggio alla natura, con un quadrante che simula il percorso del sole durante la giornata e misura anche l’assenza dell’astro durante la notte.

I modelli di questa collezione portano il nome di divinità solari del passato nella Storia dell’Umanità.

E questo perchè per Jouvenot il Tempo è una poesia che deve essere narrata.

Ma la Poesia è pretenziosa e impone cambiamanti: ecco perchè nasce Ace, il primo orologio al mondo che capovolge la posizione della massa oscillante, il rotore di carica, in un cronografo automatico: un’impresa che molti definivano impossibile.

I complimenti si sprecano e Frederic, suo malgrado, viene trascinato alla ribalta del mondo orologiero, che lo consacra con il prestigioso Super Watch Award di Ginevra, nel 2011.

A questo punto chiunque si sarebbe montato la testa, ma non Frederic, che ritorna nel suo mondo di genio e fantasia per creare un altro sogno, l’ennesimo, ma sotto lo sguardo attento e … predatore delle grandi maison.

Ora i grandi complications di Frederic Jouvenot, che si acquisiscono solo su prenotazione, approdano in Italia.

Tutte le informazioni possono essere richieste a Cannoletta Antica Gioielleria, presso la quale si possono ammirare in assoluta ed esclusiva Anteprima Nazionale per l’Italia, oppure cliccando QUI.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *