Diamanti: un’idea regalo

“Un diamante è per sempre”, recita la famosa pubblicità di DTC, il Diamond Trading Company di De Beers.

Questa affermazione è confermata dai fatti.

Il diamante è il materiale che raggiunge il massimo della durezza nella scala Mohs, e deve il suo nome dalla traduzione del termine greco “adamantos”, che significa “indomabile”.

Ma a rendere eterno e mitico il diamante non sono unicamente le sue caratteristiche fisiche.

Il suo valore ha sempre rivestito il carattere di sicurezza di investimento, visto l’incremento che è sempre stato capace di produrre, sia in tempi di economia docile, e soprattutto in quelli “pericolosi”.

I motivi sono da ricercare nella rarità di questa pietra, nella sua bellezza, incrementata dalle leggende che ne sono scaturite intorno, ma ancor più dalla sua natura stessa che lo rende utile nelle applicazioni più disparate e delicate.

Il sogno di ogni investitore è quindi quello di poter capitalizzare una parte del proprio portafoglio in diamanti.

Fino a qualche tempo fa, questo privilegio era riservato unicamente agli esperti del settore, gli unici che potevano riconoscere il buon investimento dalla … fregatura.

Grazie al Cielo oggi non è più così.

Si è finalmente arrivati ad una “democratizzazione” della distribuzione del diamante, attraverso i certificati, le analisi e i listini di mercato.

Sono nati così i cosiddetti diamanti da investimento, i quali partono già da un prezzo di poco più di €. 100,00.

Questi diamanti sono presentati in cellophan o blister sigillati, ma possiedono un foglio di analisi che li rende riconoscibili tra tutti gli altri, e possono sicuramente essere utilizzati come gioielli, in quanto il diamante è l’unico bene che non invecchia.

Chi vuole investire in diamanti può a ragion veduta scegliere la purezza, il colore e le altre importanti caratteristiche, che vengono garantite in modo assoluto da Gemmologi o Istituti di Analisi estremamente qualificati.

Ma la prerogativa più importante del nuovo corso del mercato dei diamanti è che tutti possono accedervi, in quanto la spesa può essere realmente ritagliata alle dimensioni desiderate.

Naturalmente occorre aggiungere anche in questi casi quel minimo di prudenza nell’acquisto che si deve usare in tutti gli altri casi.

E’ indispensabile rivolgersi a commercianti onesti che diano riscontro delle analisi prodotte.

In questo modo, e solo in questo modo, si avrà la certezza del proprio investimento.

A questo proposito la Borsa dei Diamanti d’Italia, affiliata alle Associazione delle Borse Mondiali, ha istituito un progetto che si chiama Punto Vendita Qualificato (P.V.Q.)

All’interno del proprio sito, la Borsa Diamanti, elenca i nomi di quei Punti Vendita che si sente di proporre in virtù di una connotazione etica e professionale ritenuta idonea dalla Borsa stessa.

C’è da aggiungere che sia De Beers che le Borse dei Diamanti sono impegnate nel diffondere i diamanti conflict-free, che sono quelli che non derivano da strani e pericolosi traffici.

In definitiva, il dono di un diamante blisterato (così si chiamano i diamanti sigillati, con analisi e per investimento) risponde ai canoni di un regalo sicuramente gradito e nello stesso tempo auspicio di fortuna e prosperità.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.