Citizen Aqualand 1, l’immortale

Ci hanno provato in tanti ad imitarlo.

Qualche volta ha rischiato anche di soccombere sotto il “fuoco amico” di un’analisi che voleva rinnovarne l’estetica.

Ma ancora oggi Citizen Aqualand 1 è l’orologio con profondimetro più richiesto dai professionisti.

Attualmente in catalogo con il codice JP2000-08E, il più indistruttibile tra i Citizen vede la luca verso la fine degli anni ’80, e viene accolto da tutti gli appassionati con grande entusiasmo.

Fino a quel momento i tentativi più seri dell’orologeria nella produzione di orologi in grado di misurare la profondità si limitavano ai modelli a bolla di mercurio, con una scala che avvolgeva il quadrante, all’interno della ghiera.

Una misurazione elettronica, e per di più digitale su display a LCD fu un’innovazione dirompente.

Sul finire degli anni ’90, Citizen decise di “pensionare” il suo fantastico Aqualand, nel tentativo di valorizzare meglio il suo successore, con doppio display e funzioni aggiuntive.

Fu l’insurrezione!

Decine e decine di clienti, e in modo particolare che andava in mare per professione, levarono gli scudi a difesa di quell’orologio che dava loro un’affidabilità insperata e che per molti era divenuto l’orologio ideale per accompagnare i sofisticati e necessari strumenti professionali.

Citizen, con molta lungimiranza, fece un rapido dietro-front e riprese a produrre l’Aqualand che gli appassionati avevano ormai comunemente identificato con il numero 1, rinnovato tecnicamente, arricchito di funzioni e più contenuto nelle dimensioni.

Il successo si ripete ancora ai nostri giorni, e grazie alle dovute migliorie e gli aggiornamenti tecnici e tecnologici, questo orologio così particolare nella forma estetica, risulta ancora uno degli orologi più richiesti e apprezzati.

L’ultima versione, quella attualmente a catalogo, beneficia di tutta l’esperienza maturata in passato e ha raggiunto una quantità di funzioni veramente invidiabile.

Con il nostro Aqualand 1 possiamo avvalerci di numerosi allarmi di immersione: quello di profondità, di durata dell’immersione, di risalita rapida e di profondità anomala. Naturalmente abbiamo anche l’avvertimento di batteria scarica e il controllo della suoneria di immersione.

La memorizzazione dei dati è veramente completa, e comprende il giorno ed il mese delle immersioni effettuate, il numero di immersione (fino ad un massimo di 4), la profondità massima raggiunta con un’accuratezza ai cm. 10, la durata dell’immersione, l’ora ed il minuto di inizio e l’ora ed il minuto di fine immersione. C’è veramente di che creare un data-base di tutto rispetto della nostra carriera subacquea.

E’ banale aggiungere che il fondello e la corona sono a vite e la ghiera è unidirezionale.

Possiamo anche usare il nostro gioiello come cronografo a 1/100 di secondo con possibilità di intertempi.

Capito perchè tutti lo vogliono?

L’immagine del sub è stata tratta dal sito www.sardiniadive.it

 

40 commenti
  1. paolo
    paolo dice:

    e vero e stupendo ma purtroppo il profondimetro spesso si guasta.. ne ho avuti parecchi tutti con gli stessi problemi….peccato basterebbe poco a renderlo (PERFETTO)

    Rispondi
    • Enrico Cannoletta
      Enrico Cannoletta dice:

      Buongiorno Paolo.
      Statisticamente i guasti relativi al sensore dell’Aqualand 1 non sono superiori a quelli degli altri orologi di fascia.
      Una precauzione è quella di farlo aprire solo da tecnici specializzati, anche se si tratta solo di sostituire le guarnizioni: i contatti del sensore sono molto permalosi.
      Salutissimi.

      Rispondi
    • Sebastiano
      Sebastiano dice:

      Guarda non e vero che il profondimetro di guasta io ne ho uno che lo tengo caro la prima serie che ha fatto la citizen edizione limitata color oro e ancora dopo 39 anni funziona tutto che dire benedetti soldi spesi bene e per altro me lo invidiano questo orologio.

      Rispondi
    • Enrico Cannoletta
      Enrico Cannoletta dice:

      Gent.mo Luigi,
      grazie per aver visitato il blog.
      Non tutti gli orologi hanno uno specifico quadrante per la visualizzazione della riserva di carica.
      Tutti i Citizen, però, sono muniti di un sistema di allarme di carica debole, che consiste nel movimento anomalo della lancetta dei secondi, che in quel caso avanza ogni due secondi invece che ogni secondo.
      Devo aggiungere che un livello di carica basso può creare problemi solo con la ricezione nei radio-controllati. La precisione, invece, non ne risente assolutamente.
      Salutoni e continua seguirci.

      Rispondi
  2. Alessandro
    Alessandro dice:

    Salve Enrico, ti seguo spesso sul forum di citizenmania ed anche sul tuo blog,adesso devo chiederti un parere tecnico sul mio aqualand 1 mod jp2000-08e perchè da qualche giorno mi lampeggia la scritta ER e non riesco a toglierla .Faccio presente che da circa un mese ho cambiato la batteria da un orologiaio e non l’ho mai usato per effettuare delle immersioni o quant’altro. Grazie per la collaborazione

    Rispondi
    • Enrico Cannoletta
      Enrico Cannoletta dice:

      Caro Alessandro,
      l’indicatore “ERR” è purtroppo un brutto segno e si riferisce ad un guasto del sensore.
      Devo anche ricordarti che Aqualand 1 è equipaggiato da un modulo molto performante ma estremamente “permaloso”, tanto è vero che ogni apertura della cassa deve essere, come tu sai, effettuata da un tecnico altamente specializzato in materia.
      Per risolvere il tuo problema devi recarti in un Centro Tecnico Autorizzato Citizen, ma ti preannunci già che molto probabilmente saranno necessarie la sostituzione del modulo elettronico e del sensore in quanto ben difficilmente un sensore nuovo si adatta ad un modulo pregresso.
      Se hai necessità di aiuto o altre informazioni non esitare a farmi sapere.
      Salutoni.

      Rispondi
  3. Marcello
    Marcello dice:

    Salve avrei bisogno di una consulenza, sono in possesso di un aquland 1, vorrei sapere se il codice riportato sul fondello deve corrispondere a quello riportato sul quadrante. Il quesito deriva dall’avere il sospetto che l’orologiaio al quale mi sono rivolto per la sostituzione delle batterie abbia sostituito il movimento con quello di altro orologio, infatti, l’ultima sostituzione la feci in un centro autorizzato citizen con relative prove di impermeabilità. quando mi sono rivolto in una orologeria per la successiva sostituzionr delle batterie scariche mi è stato detto che il il circuito del mio orologio era bruciato e non è possibile trovarne uno per la sostituzione vista l’età dell’orologio. Non soddisfatto della diagnosi mi sono recato da un’altro orologiaio che mi ha comunicato che l’orologio era completamente ossidato in seguito all’ingresso d’acqua. Premesso che non faccio immersioni non capisco come sia possibile l’ossidazione a causa dell’acqua soprattutto sapendo di aver sostituito le guarnizioni ed aver effetuato le prove d’impermeabilità, quest’ultimo tecnico mi ha fatto notare la differenza dei codici del fondello rispetto a quelli del quadrante. Pertanto ho il sospetto che il primo orologiaio che mi ha comunicato l’ impossibilità di riparare l’orologio e non ha fatto cenno all’ossidazione, abbia in realtà sosotituito il mio movimento con quello di un altro orologio che effettivamente fosse ossidato a causa d’ingresso d’acqua e non fosse riparabile. Sottolineo che il mio ha funzionato perfettamente andando lentamente a fermarsi ( a parer mio) fino all’esaurimento delle batterie, iniziando con il display sempre meno visibile e i segnali, fino al blocco totale. Se mi poteste aiutare dandomi conferma della corrispondenza dei codici, avrei conferma di quanto sospetto. Grazie

    Rispondi
  4. Francesco
    Francesco dice:

    Salve, in una vecchia scatola, durante un recente trasloco, ho trovato un Aqualand 1, credo la primissima serie, quello che non ha la ghiera posteriore circolare ma quella asimmetrica chiusa a vite. Poiché non faccio più immersioni da tempo, per problemi di salute, sarei intenzionato a venderlo, ma non ho idea del possibile valore… aggiungo che il cinturino fu cambiato, non ricordo quando. Grazie x la risposta.

    Rispondi
    • Enrico Cannoletta
      Enrico Cannoletta dice:

      Gent.mo Francesco,
      il Citizen Aqualand 1.a serie è ormai divenuto un pezzo da amatori, in quanto, purtroppo, con il rinnovo e il miglioramento del circuito nella seconda serie, i pezzi del modello più vecchio non sono più in produzione.
      Se l’orologio è funzionante potrebbe trovare riscontro presso coloro che devono riparare o sostituire il proprio.
      Considerando che la nuova versione costa di listino €. 388,00, penso che il valore del suo orologio sul mercato possa essere obiettivamente attorno a €. 150,00.
      Cordiali saluti.

      Rispondi
  5. Alfredo
    Alfredo dice:

    Gentile Enrico,
    intanto complimenti per la professionalità con cui tratti le varie tematiche.
    vengo al problema. Ho acquistato un citizen Jp2000-80 usato. Nel verificare il corretto funzionamento ho notato che dopo aver azionato la funzione “DIVE” (tasto ore 8) premendo il tgasto (ore 10) per selezionare il profondimentro, lo stesso, non si aziona.
    Credo che la batteria sia esausta giacchè la lacetta dei secondi procede con i classici 2 secondi X volta.
    Ora mi chiedo: è possibile che il profondimetro non si azioni per la batteria scarica.
    Il Suunto d4i che uso per immersione lo fà, cioè non entro in modalità dive.
    Scusa se sono stato prolisso.
    attendo tue preziose indicazioni.
    Grazie Alfredo

    Rispondi
    • Enrico Cannoletta
      Enrico Cannoletta dice:

      Gent.mo Alfredo,
      Grazie per aver visitato il nostro blog.
      Sicuramente la commutazione nella funzione “Dive” richiede un dispendio di energia supplementare, quindi vale la pena provare a sostituire la batteria.
      Facci sapere.
      Salutissimi.

      Rispondi
  6. Vincenzo
    Vincenzo dice:

    Salve Enrico ,
    Io posseggo questo orologio dal 1982 e purtroppo oggi,causa una cattiva manutenzione all’atto della sostituzione delle pile ha causato l’infiltrazione di acqua . A tutt’a oggi non so se riuscirò a farlo “rinvenire” è questo mi addolora non poco , sono più che affezionato a questo splendido orologio,
    Tu pensi che ci siano i margini per ripararlo nell’eventualità sia necessario? Si trovano dei ricambi?
    Grazie,,,
    P.s. Se è possibile ricevere una mail di risposta ti sarei grato non so a chi rivolgermi anche nel caso volessi acquistarne uno uguale.

    Rispondi
    • Enrico Cannoletta
      Enrico Cannoletta dice:

      Buonasera Vincenzo,
      purtroppo in Assistenza Citizen non sono più disponibili i ricambi per la prima versione di Aqualand.
      Dovresti provare online, ma non so dirti con che risultati.
      Mi dispiace.
      Cordiali saluti.

      Rispondi
  7. Fabio Beretta
    Fabio Beretta dice:

    Sono anch’io felice possessore fino a pochi mesi fa) di 1 Citizen aqualand 1. Aquistato nel 1990,mai fatte immersioni, usato tutti i giorni ma tenuto in modo maniacale, a vista è praticamente nuovo.
    Sempre revisionato e “rinfrescato tramite centri Citizen di Milano:
    1) penultima revisione,(due anni fa circa) l’orologio mi è stato riconsegnato con vetro rigato dell’estrattore della ghiera, con teste delle viti del fondello completamente rovinate e con la ghiera girevole segnata in alcuni punti.
    Ho rimandato al mittente l’orologio il quale mi hanno sostituito i pezzi visibilmente rovinati con tante scuse. Penso che se esternamente era cosi conciato non oso immaginare cosa avessero fatto all’interno.
    2) ultima revisione e cambio pile (febbraio 2014) regolarmente eseguita sempre nello stesso centro di Milano.
    L’orologio mi viene riconsegnato con una vite del fondello non completamente chiusa ( l’ho avvitata io fino in fondo).
    Il problema che mi accorgo, dopo qualche settimana che l’analogico no tiene più l’ora rispetto al digitale. Riconsegno subito l’orologio ancora in garanzia e mi viene risposto che il modulo dell’analogico è esaurito e non si trovano più pezzi di ricambio. Mi viene spontanea una domanda, come mai mi hanno sostituito le pile con conseguente pagamento dei lavori effettuati se il modulo era esaurito? Non andava controllato durante la revisione?
    Ho diversi orologi al quarzo, Swatch di età superiore all’ Aqualand e fuzionano tutti benissimo, penso che questa sia la conseguenza di cattive manutenzioni eseguite da personale non competente, mi dispiace per il mio amato segnatempo ma dico… Citizen mai più!

    Rispondi
    • Enrico Cannoletta
      Enrico Cannoletta dice:

      Buongiorno Fabio,
      ti ringrazio per aver visitato il nostro blog.
      Ho letto con attenzione il tuo post.
      Sicuramente le tue vicissitudini sono dovute ad una concausa di eventi sfortunati.
      Noi stessi, come Technowatch, il laboratorio della nostra gioielleria, siamo Centro Assistenza autorizzato Citizen, e devo dirti che per diventarlo abbiamo superato prove tecniche notevoli.
      Abbiamo contatti quasi quotidianamente con il Centro di Inzago, e i loro controlli sono impeccabili.
      Non vorrei che ti fossi rivolto ad un centro diverso da quello di Inzago.
      Riguardo all’ultima riparazione, purtroppo i moduli elettronici non danno indicazione sulla loro vita residua: l’Elettronica Digitale è così, o si o no! È la sua natura. Per cui, visto che l’orologio avrebbe funzionato, il Centro ha provveduto alla riparazione.
      Mi dispiace per la tua esperienza negativa, ma, credimi, la competenza tecnica di Citizen trascende dal comportamento “leggero” di qualcuno.
      Ti saluto cordialmente.

      Rispondi
  8. Fabio Beretta
    Fabio Beretta dice:

    Buongiorno Enrico
    ti ringrazio innanzitutto per la risposta, mi rincuora sapere che esistono ancora riparatori che svolgono con vera passione questo fantastico mestiere che è l’orologiaio, (e non mi riferisco solo al brand Citizen naturalmente).
    Devo dirti che non conosco il centro di Inzago, ma mi sono sempre rivolto ad un centro Citizen autorizzato da quando posseggo l’orologio. Se la cosa fosse fattibile e magari riesci a comunicarmi tramite e-mail un indirizzo, un telefono a cui posso rivolgermi posso farvi avere l’orologio per un ulteriore controllo e verifica da parte vostra, magari avete un ricambio usato che funziona perfettamente…
    Mi dispiacerebbe davvero dover pensionare definitivamente questo segnatempo che ritengo molto bello, dall’estetica attualissima nonostante i sui 24 anni compiuti. Sono un appassionato di orologeria vintage ed epoca, ritengo che ogni orologio che piace, ha la sua storia e il suo periodo che può essere vissuto tutte le volte che lo si indossa al polso, anche per questo ritengo che 24 anni sono un po pochini per archiviarlo.
    grazie di tutto
    Fabio

    Rispondi
  9. Enrico Cannoletta
    Enrico Cannoletta dice:

    Buonasera Fabio,
    in tutta franchezza devo dirti che è molto difficile reperire ricambi per il glorioso primo modello.
    Più volte ho richiesto in sede, ma ormai si può dire che non ci sono più speranze.
    Bisognerebbe avere la fortuna di trovare in rete qualche modello con pezzi sani compatibili con quelli che sono necessari al tuo, ma l’impresa è veramente improba.
    Temo che, purtroppo tu debba rassegnarti.
    Se vuoi puoi sentire anche il nostro tecnico Carlandrea Dho di Technowatch, al numero 0184.570063.
    Ovviamente resto anche personalmente a tua disposizione.
    La mia email è [email protected]
    Salutoni.

    Rispondi
  10. Simone Giro
    Simone Giro dice:

    Vorrei sapere se è possibile ordinare il cinturino in titanio del pilot radiocontrollato come ricambio e se si a quanto. Grazie

    Rispondi
    • Enrico Cannoletta
      Enrico Cannoletta dice:

      Buongiorno Simone,
      ho girato la sua richiesta ai nostri tecnici: sarà prontamente contattato.
      Cordiali saluti

      Rispondi
  11. dino
    dino dice:

    Buonasera Enrico sono qui per esporti il mio problema: sono possessore di un
    Aqualand 1 sin dal 1990 ed ha semore funzionato benissimo fino a ieri quando nel riprenderlo da un cassetto ove lo avevo risposto oltre 6 mesi fa ho notato he non dava più alcun segni di vita. Il mio orologiaio di fiducia ha diagnoticato presenza di ossido. Mi chiedo è possibile vhe contemporaneamente entrambi i circircuiti possono andare in avaria? E poi il numero di serie sul fondello è riscontrabile in qualche altra parte all’interno dell’orologio?
    Grazie Dino

    Rispondi
    • Enrico Cannoletta
      Enrico Cannoletta dice:

      Buonasera Dino e grazie per aver visitato il blog.
      La presenza dell’ossido può giustificare l’avaria del tuo Aqualand 1.
      Esso può essersi formato in conseguenza ad un’infiltrazione di acqua o umidità se non hai provveduto di tanto in tanto a far controllare le guarnizioni e l’impermeabilità.
      Purtroppo devo anche avvertirti che purtroppo i pezzi di ricambio per l’Aqualand 1 della prima serie (anni ’90), sono esauriti.
      Il seriale di cassa riporta anche l’indicazione del calibro del movimento.
      Cordiali saluti.

      Rispondi
    • Enrico Cannoletta
      Enrico Cannoletta dice:

      Ciao Mario, e grazie per aver visitato il nostro blog.

      Purtroppo il messaggio “Err” indica nulla di buono!
      Si tratta con ogni probabilità del danneggiamento del sensore.
      Per esperienza sono certo che insieme al sensore va sostituita gran parte del circuito in quanto la taratura di sincronizzazione deve essere fatta dalla fabbrica.
      Se vuoi puoi inviarmi una foto del tuo orologio a [email protected] in modo da constatare di quale modello specifico si tratta.
      In questo modo potrò fornirti un preventivo preciso in base ai prezzi di Assistenza Ufficiale Citizen.
      Fammi sapere.
      Cordiali saluti.

      Rispondi
  12. antonio
    antonio dice:

    salve, posseggo dal 1985 l’acqualand 1 serie perfettamente funzionante per fortuna, unica pecca causa le sostituzioni della batterie, le viti del fondello si sono via via rovinate. vorrei sapere se almeno quest’ultime e la guarnizione è possibile trovarle.e se si dove grazie. ps da allora ho solo orologi citizen con profondimetro imbattibili ):-)

    Rispondi
    • Enrico Cannoletta
      Enrico Cannoletta dice:

      Buonasera Antonio e grazie per aver visitato il nostro blog.
      Complimenti per il tuo Aqualand 1, ormai un vero pezzo da collezione.
      Ti invito a contattare il nostro capo-tecnico Carloandrea Dho, componendo il numero 0184.570063 e chiedendo di lui, oppure scrivendogli direttamente a [email protected].
      Mi pare di ricordare a memoria che viti e guarnizioni dovrebbero essere disponibili.
      Cordiali saluti.

      Rispondi
  13. fabio beretta
    fabio beretta dice:

    Gent. Enrico buongiorno
    Volevo risponderti dopo oltre 6 mesi dal mio post inviato nel mese di agosto 2014 relativo alla disavventura riguardante il mio “amato “ CITIZEN AQUALAND prima serie del 1990.
    Lo stesso mi fu consegnato dalla Citizen Italia di Milano dopo una sostituzione delle batterie e pulitura del gennaio 2014 non perfettamente funzionante ed una riconsegna dopo un ulteriore controllo nel maggio 2014 con nota sul sacchetto “CIRCUITO ESAURITO”.
    Il problema era che l’analogico restava indietro rispetto al digitale.
    L’orologio è in perfetto stato di conservazione, sembra nuovo dopo 25 anni di funzionamento e di revisioni regolari presso orologiai che hanno sempre bypassato il lavoro al centro Citizen Italia di Milano come riportato sul libretto di istruzioni dello stesso.
    Molto dispiaciuto per la notizia ho pensato che ormai avrei dovuto pensionare il mio amato segnatempo che uso prevalentemente nei periodi estivi quando vado in vacanza. Grazie alla mia testardaggine ho voluto provare un ultimo tentativo, portando l’orologio da un rivenditore vicino a casa che effettua anche riparazioni e per il quale mi sono molto raccomandato di non portarlo c/o il centro Citizen di Milano. Senza troppo dilungarmi, mi viene comunicato che l’orologio secondo il loro parere, NON HA MAI SUBITO una completa revisione, e che il problema poteva essere solo di natura meccanica rubini e perni sporchi che provocavano notevole attrito. Morale della favola con una ulteriore spesa di 120 euro per revisione completa, smontaggio di tutti i componenti, lavaggio degli stessi, rimontaggio, risostituzione delle batterie, prova di impermeabilità l’orologio è ritornato preciso.
    Devo ammettere la mia grande gioia da una parte ma la grande delusione dall’altra in quanto per tutti questi anni mi sono sentito preso in giro oltre naturalmente ai soldi che ho sborsato per “finte revisioni complete” a scapito di solo sostituzioni batterie e spero almeno anche controllo di impermeabilità.
    Concludo questa mia chiedendole a questo punto come dovrei comportarmi, ho pensato di far pubblicare una lettera su una rivista di orologeria molto conosciuta che leggo con passione da 25 anni, non tanto per riscattarmi da quanto è successo, ma almeno per mettere al corrente gli appassionati di orologeria come me che non sempre portando il proprio amato segnatempo c/o centri di riparazione specializzati dello stesso brand, si trovano persone oneste e che fanno il proprio lavoro con passione.
    Una storia analoga mi capitò diversi anni fa portando per una revisione un rolex day-date proprio da un concessionario ufficiale…. forse sono stato sfortunato io….
    Ti saluto cordialmente
    Fabio

    Rispondi
  14. Enrico Cannoletta
    Enrico Cannoletta dice:

    Buongiorno Fabio.
    Sono lieto che il tuo orologio ora funzioni correttamente.
    In effetti il difetto da te lamentato, ovvero la non coincidenza tra digitale è analogico poteva far pensare immediatamente ad una revisione della meccanica.
    Mi giunge strano che molti laboratori non ci abbiano pensato subito.
    Se solo avessero seguito correttamente le procedure di controllo, il tuo problema sarebbe stato già risolto da tempo.
    Comunque tutto è bene ciò che finisce bene!
    Un cordiale saluto.

    Rispondi
  15. Fabrizio Lodovici
    Fabrizio Lodovici dice:

    Salve a tutti, purtroppo con mio grande rammarico, dopo più di vent’anni di onorato servizio, si è rotto il movimento del mio Aqualand prima serie. Sto cercando un movimento di ricambio (cosa non facile ma ci provo lo stesso) :-)…qualcuno sa darmi dei consigli?
    Grazie

    Rispondi
    • Enrico Cannoletta
      Enrico Cannoletta dice:

      Buonasera Fabrizio,
      purtroppo trovare pezzi di ricambio dell’Aqualand 1.a serie attraverso Citizen o i circuiti dei centri assistenza ufficiali è quasi impossibile.
      Ti consiglio di monitorare Ebay nelle offerte di Aqualand 1 per pezzi di ricambio, anche nel settore internazionale, nel quale potrai utilizzare le keywords “Aqualand 1 spare parts”.
      Salutoni.

      Rispondi
  16. Lorenzo
    Lorenzo dice:

    Buongiorno Sig. Enrico, purtroppo il mio aqualand attuale (sono al terzo JP2000-08E) ha incominciato all’improvviso a mostrarmi il messaggio ER, cosa costa all’incirca ripararlo (sensore e circuito)? considerato che su internet con un po di fortuna si trova sui 250 euro, mi conviene ripararlo o comprarlo nuovo? grazie

    Rispondi
    • Enrico Cannoletta
      Enrico Cannoletta dice:

      Buongiorno Lorenzo,
      il messaggio ER indica un difetto al sensore.
      Per esperienza le confermo che sarà necessaria la sostituzione sia del sensore che del circuito in quanto l’accoppiamento tra i due è molto critico.
      Penso comunque che la riparazione sia ancora la via più conveniente.
      La invito a mettersi in contatto con il nostro Capo-Tecnico Carloandrea al numero 0184.570063 cercando di lui, oppure via email all’indirizzo [email protected].
      Carloandrea sarà in grado di darle tutta l’assistenza per la scelta e anche di fornirle un preventivo o un prezzo interessante per un nuovo modello.
      Grazie e cordiali saluti.

      Rispondi
  17. Lorenzo
    Lorenzo dice:

    Gent.mo Enrico, grazie tante per la solerte risposta, i preziosi consigli nonche’ l’evidente passione e competenza che mette nel suo lavoro!

    Rispondi
  18. Massimo
    Massimo dice:

    Salve, ho portato il mio orologio al mio rivenditore di fiducia, il quale ha inoltrato l’orologio al centro assistenza. Oggi è tornato come “non riparabile”. Avete l’opportunità o un orologiaio che possa sostituire i componenti guasti non più disponibili? Grazie anticipatamente.

    Rispondi
    • Enrico Cannoletta
      Enrico Cannoletta dice:

      Gent.mo Massimo,
      grazie per aver visitato il nostro sito.
      Purtroppo i pezzi relativi alla prima versione dell’Aqualand 1 non sono poù in produzione.
      Tuttavia in laboratorio abbiamo ancora qualcosa.
      Le consiglio di contattare il nostro capo-tecnico Carloandrea Dho, all’indirizzo [email protected] oppure telefonicamente dal martedì al sabato ore 16/19 al numero 0184.570063 e chiedendo di lui.
      Spiegando a Carloandrea il problema sarà in grado di rispondere sulla possibilità di riparazione.

      Cordiali saluti

      Rispondi
  19. Antonio
    Antonio dice:

    Gent.mo Enrico dopo un anno nel cassetto ho ripreso il mio Aqualand ma ho notato che il profondimetro non parte più. Ho cercato un centro assistenza ma nessuno sa darmi una risposta. Cosa mi consigli di fare, se possibile, sono anche disposto a spedirtelo. Grazie anticipatamente.

    Rispondi
  20. francesco
    francesco dice:

    Purtroppo il mio del 1993 funziona benissimo, ma cambiata la batteria ho avuto l’amara sorpresa che il laboratorio mi ha comunicato che per il 6 viti non esiste più la guarnizione del fondo.
    Praticamente è inservibile: peccato!
    Buona serata a tutti!
    Francesco

    Rispondi
    • Enrico Cannoletta
      Enrico Cannoletta dice:

      Buongiorno Francesco,
      in effetti i ricambi dell’Aqualand 1 originale degli anni ’90 non si trovano facilmente, essendo fuori produzione.
      Può provare a contattare Carloandrea Dho, il capotecnico di Technowatch, Centro Assistenza di Cannoletta Antica Gioielleria.
      Se c’è una possibilità di reperire la guarnizione e altri ricambi, lui sarà in grado.
      Lo trova al numero 0184.570063, interno 1, dal martedì al sabato, ore ufficio.
      Oppure scrivendo a [email protected].
      Cordiali saluti.

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.