Bulova Accutron II 96B212, 60 anni e non sentirli

Correvano gli anni ’60 e il mondo guardava apprensivo verso Stati Uniti e Unione Sovietica per comprendere il suo destino.

L’Italia galoppava verso una ricostruzione record che fece gridare di stupore l’intero Pianeta: fu il proverbiale “Miracolo Italiano”.

Sulla Rai fece la comparsa la trasmissione Hit-Parade, mentre le radioline dei giovani erano tutte sintonizzate su “Bandiera Gialla”.

Bulova si era appena affermato come “l’orologio dell’Era Spaziale”, perché in tal modo fu definito dai leggendari speaker di Radio96B212 Montecarlo, l’emittente più autorevole del momento, che costituiva l’elemento di rottura dagli stereotipi della classicità.

L’Accutron, il sistema di orologio a diapason che infranse il record mondiale di precisione, sdoganò definitivamente l’Elettronica nel settore orologiero, tanto da scatenare un effetto domino che mise in crisi l’intero comparto svizzero di produzione, e la stessa economia elvetica.

Anni leggendari e di grandi cambiamenti, che rivivono oggi nella splendida linea che Bulova ripropone con il nome di Accutron II.

Si tratta di una collezione che non solo farà luccicare gli occhi ai nostalgici di quell’epoca, ma che costituisce una tentazione enorme per tutti gli appassionati di Orologeria e per i collezionisti, i quali sono ben consci della valenza dei modelli prodotti durante quel decennio.

Quello di cui parliamo oggi è un orologio che all’epoca serviva tra trait d’union tra lo strappo estetico perpetuato dallo Space View (il modello di Accutron senza quadrante e dall’aspetto futuristico) e i cataloghi classici del settore.

Bulova Accutron II 96B212 era il pezzo delegato a ricordare che avrebbe potuto esserci progresso anche con un’immagine sobria.

Fu l’orologio preferito dai Vip e da tutti coloro che badavano alla sostanza, e grazie al quale avevano potuto assicurarsi il massimo della tecnologia, senza cedere a quanto a quei tempi poteva, anche erroneamente, essere interpretato come esibizionismo.

Tanta acqua è passata sotto i ponti da quegli anni irripetibili. Oggi nessuno si stupirebbe se indossassimo anche un orologio eccentrico. Allora occorreva fare i conti con l’apparenza.

Ai nostri giorni restano comunque d’attualità i due estremi della Collezione Accutron del secolo scorso: lo Space View e il predecessore di questo 96B212, che fu il grimaldello per forzare l’accesso al Futuro.

La valenza storico-estetica non deve però far dimenticare l’aspetto qualitativo di questo orologio oggi a catalogo.

Se il sistema Accutron degli anni ’60 era quello che equipaggiava gli orologi con il record del mondo di precisione e con la lancetta che procedeva a moto costante, anche Bulova Accutron II equipaggia il 96B212 e tutti gli orologi della linea con il movimento più preciso del mondo, ovvero il Precisionist by Bulova, che dispone di un quarzo a tre bracci in grado di oscillare in modo torsionale e far ruotare la lancetta dei secondi a moto costante.

È quindi un ricorso storico di enorme importanza e capitale valenza, che gli appassionati e gli esperti di settore hanno dimostrato di gradire molto.

Bulova Accutron II 96B212 è sobrio ed elegante, e possiede tutti quei requisiti estetici che lo fanno amare a prima vista.

Perfettamente centrato nel suo tempo di nascita, questo segnatempo ha sempre ammiccato alla modernità delle forme senza perdere la sua peculiare personalità.

Cassa lucida in acciaio con lunette satinata, che ben si abbina al quadrante blu setato, il quale altro non mostra se non semplici index di minuteria bianchi, il logo della brand in rilievo e la finestrella della data a ore “6”.

Su tutto spicca la lancetta dei secondi elegantissima, con il suo incedere continuo e maestoso, e con in coda il caratteristico diapason della maison.

La corona è appoggiata con classe poco prima di ore “4”.

A tutto ciò si aggiunga l’abbinamento con un cinturino dello stesso blu del quadrante, che se all’epoca costituiva una sobria novità, oggi è assurto a livello di must estetico.

Il prezzo, poi, contribuisce fortemente a rendere irresistibile questo Bulova Accutron II 96B212, perché non è certo quello che ci si aspetta per avere l’orologio stand-alone più preciso del mondo.

 

 

2 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *