Bulova Accutron II 96B210, ritorno al Futuro

La linea Accutron II nasce per riproporre i grandi successi di Bulova, i quali sono rimasti impressi nella memoria e nei desideri degli appassionati e hanno segnato profondamente gli anni ’60 e ’70 del secolo scorso.

Il brand elvetico-statunitense ha spopolato in quel periodo non solo in conseguenza all’entusiasmo scatenato dal mitico Space-View, primo orologio a diapason 96B210che ha “sdoganato” l’Elettronica in Orologeria, ma anche grazie a diversi segnatempo che si sono contraddistinti per originalità e alta qualità.

Uno di questi, e precisamente Bulova Accutron II 96B210, è oggi disponibile in una ri-edizione che ha forti connotati storici.

La logica seguita da Bulova è molto chiara e apprezzabile. Stiamo parlando del brand che poco dopo la metà del secolo scorso immise sul mercato quello che fu considerato l’orologio più preciso del mondo, che aveva come particolarità, essendo animato da un diapason, lo scorrere continuo della lancetta dei secondo.

A distanza di più di 50 anni, la Collezione Bulova Accutron II è equipaggiato da Precisionist, il movimento più preciso al mondo in virtù del quarzo a tre bracci a oscillazione torsionale, il quale è in grado di vibrare a 262.144 Hz., ovvero 8 volte più veloce di un quarzo tradizionale, e, guarda caso, con una lancetta dei secondi che scorre in moto continuo. Un vero e proprio “ritorno al Futuro”!

Ma il fascino di Bulova Accutron II trascende dalle considerazioni tecniche: sia esso a diapason o dotato del Precisionist, questo orologio colpisce fantasia e immaginazione per forma e caratteristiche tecniche ed estetiche.

Sicuramente in questo piacevole gioco di suggestioni, gioca un ruolo preponderante la presenza della ghiera girevole interna, comandata attraverso una corona aggiuntiva, ma anche l’aspetto cromatico, con l’impatto gradevole conferito dal contrasto tra il nero dominante del quadrante e la porzione rossa del primo quarto d’ora, non è esente da considerazione.

Nella sua semplicità stilistica, Bulova Accutron II 96B210 presenta elementi di sobria eleganza e di particolare e intrigante bellezza, complice, evidentemente, la forma a “cuscino” che richiama immediatamente gli anni a cavallo tra i ’60 e ’70, durante i quali, con questa forma che si scostava sia pur timidamente sia dal rotondo che dal quadrato, si intendevano suggerire vie stilistiche nuove e inesplorate.

Era il periodo pionieristico e rivoluzionario dell’estetica orologiera, e Bulova ne fu convinto e apprezzato protagonista.

Di questo bel segnatempo non si può non apprezzare la accurata spazzolatura della cassa, anch’essa distintiva del suo periodo storico di riferimento, che, con le tecniche attuali fa risaltare la precisione e il dettaglio delle “incisioni” derivanti, in un gioco del “ti vedo e non ti vedo” veramente intrigante.

Le due corone, posizionate in corrispondenza di ore “2” e “4”, sono perfettamente dimensionate per fornire un grip agevole, e contemporaneamente per integrarsi nell’equilibrio delle forme.

Insomma, anche volendo, è molto difficile trovare pecche in questo Bulova Accutron II 96B210, anche perchè, a chi non piacesse il rosso, dispone di un gemello, il 96B209 con colorazione in bianco è blu, che dona ancora più pacatezza di immagine perchè dotato di una grinta meno aggressiva.

Il prezzo? Sicuramente più piacevole di quanto ci si potrebbe aspettare per l’orologio più preciso al mondo!

Una menzione particolare, infine, per la lancetta dei secondi, “magra e snella” e proprio per questo discreta, ma che ben si accorda con il resto dell’estetica.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *